Kallipolis: la città ideale che vorremmo

 

A ciascuno la sua china, a ciascuno il suo fine…il mio è racchiuso in una sola parola: il Bello…mi sentivo responsabile della bellezza del mondo!

[Memorie di Adriano, M. Yourcenar]

 

Abbiamo scelto queste parole per raccontare l’iniziativa con cui vogliamo dare il nostro concreto contributo alla società e al territorio in cui viviamo.

Nasce cosi Kallipolis, lo scorso venerdì (22 luglio 2016), come un’associazione di promozione sociale; lo strumento con cui Agoghé darà vita al suo impegno di responsabilità sociale d’impresa.

Kallipolis è la città ideale, bella e giusta, che tutti meritiamo: una città che prende vita da un giusto agire e un convinto partecipare.

Abbiamo avuto il piacere di raccontarlo ai nostri amici che, in questa afosa serata estiva, hanno potuto partecipare all’ormai consueto compleanno di Agoghé (il terzo quest’anno) e abbiamo il piacere di comunicarlo a chi, invece, ci leggerà da queste pagine. Perché Kallipolis nasce per essere vitalizzata dal contributo fattivo dei nostri amici e di chiunque voglia operare in questo network. Uno solo il prerequisito: non un “mi piacerebbe una città più bella”, ma un “costruiamo così una città più bella” questo lo spirito che dovrà guidare Kallipolis.

Il tema di quest’anno è stato per questo la Bellezza, come gli antichi Greci la intendevano: ciò che è Bello e Buono, insieme! La Bellezza che potrebbe accomunare (e guidare) la società, mestieri e professioni, imprenditoria, arte e cultura, turismo e tutto – ma proprio tutto – ciò che oggi ci appare così povero di Bello.

Vogliamo immediatamente fugare ogni dubbio: non abbiamo nessuna intenzione di candidarci alle prossime elezioni.

Vogliamo solo creare le condizioni perché tutto ciò possa realizzarsi, perché si possa non solo assistere ad un cambiamento di visione, ma si possa esser parte attiva di una presa di responsabilità: il Bello e il brutto dipendono solo da noi!

Kallipolis sarà per questo un luogo in cui le idee diventeranno progetti e i progetti diventeranno azioni: un “movimento del fare” come ci è piaciuto definirla.

E saranno doni, i progetti e le iniziative a cui Kallipolis darà vita: doni che l’associazione consegnerà alla società. E sarà l’innovazione sociale (e i suoi principi) a guidare le iniziative che cominceremo a promuovere sin dal prossimo autunno. Non temete: sarete i primi a saperlo!

Nell’attesa ricominciamo a prendere abitudine al Bello: che poi sia la Bellezza a salvare il mondo o viceversa lo scopriremo “facendo”!  (Per chi volesse leggere della Bellezza secondo Agoghé)